La Regina Rossa

stephany e josè

Stephanie South (la Regina Rossa)

Il Mistero della Vita e della Morte

 Pubblicato sul blog della Regina Rossa il 15 agosto 2022:

https://1320frequencyshift.com/2022/08/15/mystery-of-life-and-death/

“Dall’alto, casa del Cielo, dove si riuniscono gli antenati e la gente delle stelle, che le loro benedizioni giungano a noi Ora!” Recentemente qualcuno che era molto caro a me e a questa missione ha lasciato inaspettatamente il corpo. Era Kin 68, noto a me e ad altri col suo nome spirituale, Sham Tok Maru. La sua disincarnazione ha causato una pausa e un ri-orientamento profondi. Molti di voi lo conoscevano. Conduceva la nostra meditazione settimanale nel giorno Silio ed era uno degli esseri più onorati e disciplinati che abbia mai incontrato. Ho preso in considerazione la creazione di un tributo per lui, ma lui non era in alcun modo interessato ad apparire in pubblico. Era un profondo ermetista e preferiva il lavoro sui piani interiori, senza mai cercare riconoscimenti esteriori. Negli ultimi nove anni, da quando José Argüelles/Valum Votan ha lasciato il corpo, è stato uno degli esseri che mi sono stati più vicini. In particolare, fino al 2020 ha energicamente sostenuto questo lavoro da dietro le quinte. In lui conoscenza, studio, e applicazione dei codici sincronici più avanzati erano senza uguali. In suo onore, riporto uno dei suoi brani preferiti delle Cronache di Storia Cosmica. Lo faccio anche in onore di questo Kin 89, in cui ricorre la 16ª rotazione galattica da quando José Argüelles/Valum Votan ha lasciato il corpo. “Dissolvo al fine di purificare — Liberando il flusso. Sigillo il processo dell’Acqua Universale con il tono Spettrale della liberazione. Sono guidato dal mio potere duplicato.” Il brano che segue è l’introduzione a The Book of the Cube, il settimo e ultimo volume delle Cronache di Storia Cosmica. I primi sei furono realizzati insieme a José Argüelles/Valum Votan. Se questo libro non fosse stato completato probabilmente non avrei mai conosciuto Sham Tok Maru, poiché fu proprio quel libro a contribuire all’attivazione della sua missione e a mettere in connessione noi e molti altri. Questa vita è davvero misteriosa. Questo brano è anche dedicato a tutti coloro che hanno perso qualcuno molto caro, nella consapevolezza che ci ritroveremo tutti di nuovo, e comprenderemo tutto. Mistero della Vita e della Morte Grazie alla morte, questo libro è nato. Questa introduzione ha inizio in un sogno: Luna Piena, Notte Galattica Blu; 114 giorni dalla dipartita di José Argüelles/Valum Votan. “Non aver paura di niente!” Valum Votan mi disse nel sogno. “Non soffrire! Alzati e và avanti! … Non aver paura; il mondo è una mera illusione. Una facciata di plastica, che la verità può piegare.” Nel sogno, aveva in mano un cubo di cristallo. Mi fece un cenno affinché mi concentrassi. Ho guardato il cubo; inizialmente non vedevo altro se non riflessi superficiali. Ho continuato a guardare, e all’improvviso ho notato una lunga autostrada con poche case ai suoi lati. Ho notato un bagliore luminoso che emanava da alcune di esse. Poi sono stata sollevata al di sopra della Terra, e con una visione a raggi X ho visto accendersi specifiche abitazioni in tutto il pianeta. Ho realizzato che mi veniva dato accesso alla possibilità di vedere la luce di quegli esseri che si sono consacrati ad una completa trasformazione. Questi agenti di luce riflettevano, attraverso il cubo, diversi frattali, che insieme componevano un insieme squisito e fantastico! Le loro menti si fondevano in una sola mente, in una rete telepatica di luce. Allo stesso tempo, simultaneamente, ciascuno di loro apriva un diverso canale, unico e brillante. Questi erano i saggi, coloro che fanno le cose che verranno, i custodi della preghiera interiore, i co-creatori della nuova realtà! Ad un tratto sono tornata sulla lunga autostrada e la mia mente veniva magnetizzata verso una specifica casa. A gesti telepatici, mi è stato permesso di entrare in una casa femminile. Il mio spirito si librava su di lei, che sembrava calma e allegramente consapevole. Tenendo in mano una candela, andò a sedersi ad un tavolo. Ho osservato che scriveva: La Lunga Guerra è Finita, i Giorni del Dubbio Sono Passati Che grande sollievo mi hanno dato quelle parole! Poi la mia attenzione è tornata a Valum Votan, che sorrideva e teneva in mano il magico cubo della visione. S’era fatta sera e le stelle brillavano nel cielo sereno mentre lui entrava, accendeva un fuoco, e preparava un tè. Allora mi sono svegliata dal sogno. Dove sono? E come sono arrivata qui? Stava albeggiando, e lentamente gli strati di questa realtà si sistemavano, uno ad uno, con tutte le loro sottili tensioni e densità. Ero pervasa da una tremenda pressione e un senso di urgenza, e il mio cuore batteva forte. Avevo in mente una cosa sola: finire Book of the Cube! Mi sono alzata dal letto e mi sono messa immediatamente al lavoro. Così ero lì, rimasta sola in una remota località nell’emisfero sud, Moronga Morove (in lingua aborigena, Serpente Arcobaleno), spargendo ai venti e intorno agli alberi le sue ceneri, in modo che potessero portare le vibrazioni galattiche del Dreamtime (Tempo del Sogno) a tutto il pianeta. La meditazione del cubo mi cattura e non mi lascia andare—notte e giorno—finché non è completa. È inverno. Fischia il vento. Il fuoco è acceso. Il tè è sul fornello. Codici sparsi sul tavolo e su tutti i muri. Stare seduta avvolta nel mio poncho arcobaleno e col mio cappello Inca sembra facilitare la sintonizzazione su un canale radio di uno specifico flusso di informazione galattica… Storia Cosmica. Guardo fuori dalla finestra, dove una forza invisibile dirige i miei pensieri. Nebbie oscure si disperdono dagli eucalipti cadenti. Metto insieme flussi di trasmissione mentre ne entrano di nuovi. Sento la presenza di un Essere di intelligenza che fa capolino alle mie spalle, mi guida, togliendo qualcosa e aggiungendo qualcos’altro. Prima lentamente, poi velocemente, il testo si organizza; mi abbandono al processo. Negli ultimi nove anni ho attraversato innumerevoli iniziazioni, man mano che si dispiegava il potere della Storia Cosmica. Nei regni psicomitici, io sono l’archetipo dell’Iniziato del Serpente, e Valum Votan il Mago Spettrale. La sua spettralizzazione da questo pianeta mi ha portato all’iniziazione più profonda. Dov’è andato? Qual è il significato di tutto ciò? Che cos’è la morte? La ruota del tempo muove il ciclo della vita e della morte. Il significato dell’ordine ciclico manifesto è nel mistero della morte. Ogni iniziazione è un tipo di morte. Deve esserci la morte prima della nascita di un nuovo essere che possa incorporare nuova conoscenza. Sulle prime, sentivo come se il mio plesso solare venisse strappato dalla sua posizione e il mio equilibrio temporaneamente scosso; lottavo per il mio ri-orientamento fisico e il mio spirito agognava seguirlo oltre questa dimensione. Ma sapevo che la mia missione non era ancora completa. Allora è arrivato un messaggio confortante: Non preoccuparti e non soffrire. La morte è un fattore nell’evoluzione dello spirito; è meramente una trasformazione fisiochimica della materia tri-dimensionale; il suo reale significato è un rito di passaggio dello spirito. La missione continua. È un viaggio dello spirito che non ha fine. Tutto ciò che è esistito e tutti coloro che sono esistiti sono qui con te ora. Gli aiutanti dello spirito sono intorno a te, e ti guidano. Coloro che ricordano il sogno saranno d’aiuto. https://lawoftime.org/product/book-of-the-cube-cosmic-historychronicles-volume-7/

 

mde

mde

unnamed

 N.B.: per iscriversi, seguire il link

https://lawoftime.org/solar/

cliccare sul tasto “solicita el curso ahora”e riempire il questionario.

Gli iscritti riceveranno i materiali di studio e le istruzioni per effettuare il versamento della quota

ANELLO SOLARE DELLA TEMPESTA LUNARE BLU (2020-21)

7 Pensieri-chiave per navigare nell’Incognito

La Meditazione della Mente Naturale

Corporazione Atlantidea

BLOG della REGINA ROSSA

Living Time Science

Avatar di OMA

 

Condividi su Whatsapp